Come Masterizzare CD Video

Quando si ha un filmato registrato sul disco fisso in forma “grezza” (file Avi), questo occupa moltissimo spazio. Per renderlo utilizzabile bisogna quindi usare un codec di compressione: attualmente i più utilizzati sono DivX e Mpeg e la scelta dell’uno piuttosto che dell’altro dipende dal tipo di utilizzo che si prevede di farne. Il formato DivX comprime infatti in modo efficace e ad alta qualità, ma ha lo svantaggio di poter essere riprodotto soltanto su pc. L’Mpeg è invece un formato sviluppato per avere una forte compatibilità: la versione Mpeg1, utilizzata nel formato Video Cd, viene riprodotta da qualsiasi lettore Dvd, ma ha una bassa risoluzione (paragonabile alla qualità del Vhs) e non ha un fattore di compressione altrettanto alto. La modalità Mpeg2 è migliore, corrisponde al formato SuperVideo Cd, ma non è supportata da tutti i lettori di Dvd. Per utilizzare il codec DivX è necessario scaricare la versione più recente dal sito www.divx.com. Dopo l’installazione il codec si integra automaticamente nel software di elaborazione video presente sul pc. Se non se ne possiede uno, si può usare lo strumento freeware Vidomi (www.vidomi.com). Fatto questo, si potranno registrare fino a 120 minuti di film su un Cd da 80 minuti. La tecnica di compressione in Mpeg richiede qualche considerazione più specifica, per cui viene affrontata passo per passo qui di seguito.

Indipendentemente dall’origine del filmato (videocamera digitale, Dvd, Tv o Internet), se si vuole procedere a qualche operazione di montaggio bisogna effettuarla prima della compressione. Anche per il montaggio si può utilizzare un ottimo programma gratuito, che contiene tutte le funzioni necessarie: si tratta di Virtual Dub (www.virtualdub.org). Per tagliare pubblicità o spezzoni inutili dal filmato, avviare Virtual Dub e aprire il file video con File/Open Video File. Sotto il menù Video selezionare Direct Stream Copy, e sotto Audio attivare la voce Full Processing Mode.
Ora si può procedere alle modifiche nella finestra principale del programma ed eventualmente suddividere il filmato in spezzoni. Al termine salvare il tutto con File/Save As Avi. A questo punto è fondamentale determinare quale formato Mpeg è supportato dal proprio lettore Dvd, se è questo l’utilizzo che si vuole fare dei filmati.

Per la codifica di video in formato Mpeg1 si può utilizzare il programma gratuito TMPGEnc (www.tmpgenc.net/ e_news.html). Decomprimere i file del programma in una cartella e avviare Tmpenc.Exe. Nella finestra principale del programma fare clic sul pulsante Browse accanto al campo Video Source per selezionare il file video. Nel sottostante campo Audio Source va scelto lo stesso file

Per il formato Video Cd, TMPGEnc prevede un apposito modello (profilo), che si carica premendo il pulsante Load e selezionando il file VideoCd (Pal).Mcf. Esso contiene i parametri corretti per quanto riguarda risoluzione e bit rate. Fare clic su Setting per effettuare regolazioni più raffinate. Nella scheda Video selezionare dal menù a discesa Motion search precision la voce High quality (slow), mentre nella scheda Advanced selezionare dal menù Video Source Type la voce Interlace. Come Field order scegliere Top field first (field A) e come Source aspect ratio va scelto il formato “4:3 625 line (Pal)”; infine come Video Arrange Method va scelta la voce Full Screen (keep aspect ratio).

Passare alla scheda Audio, dove conviene scegliere come Channel Mode l’opzione Joint-Stereo. In questo modo la differenza rispetto all’opzione standard Stereo è appena avvertibile, ma in compenso l’encoder permette una qualità dell’immagine migliore, perché lo spazio così risparmiato va a vantaggio della qualità del filmato. Ora bisogna solo adattare il bit rate di conseguenza. Chiudere la finestra delle impostazioni con un clic su Ok e fare clic su Load. Dalla sottocartella Extra selezionare il file Unlock.Mcf: questo permette di accedere a tutte le opzioni della finestra Setting. I parametri impostati in precedenza vanno lasciati invariati, mentre premendo di nuovo Setting bisogna modificare il bit rate della scheda Audio a 128 kbit/s; poi passare alla scheda Video e inserire il valore 1246 come bit rate.

Dopo queste impostazioni si può dare inizio alla codifica. Fare clic sul pulsante Start per avviarla; a seconda delle prestazioni del processore l’elaborazione può durare anche alcune ore: molti preferiscono quindi lasciar lavorare l’encoder durante la notte.

Avviare un programma di masterizzazione, per esempio Nero, e aprire un nuovo progetto di tipo Video Cd. Inserire i filmati trascinandoli nella finestra del progetto come sempre; Nero verifica automaticamente l’integrità dei dati e crea le strutture adatte alla compatibilità con i lettori Dvd. Procedere alla masterizzazione per terminare il lavoro.

Ora bisogna ancora verificare che il Video format sia posto su Pal. I bit per la DC Component Precision devono essere fissati a 10; come Motion search precision scegliere High quality (slow). Passare poi alla scheda Advanced e porre il Video source type su Interlaced; come Video arrange mode scegliere Full screen (keep aspect ratio).

Nella scheda Audio si trova la voce Stream type, che va impostata su Mpeg1 Audio Layer II. La voce Channel Mode va impostata su Joint Stereo e il bit rate su 128 kbit/s. Aprire la scheda System e come Stream type scegliere Mpeg2 Super VideoCd. Infine avviare la codifica.

Come Criptare Cartelle e File su Windows

Nonostante avessi nascosto tutto in una cartella che credevi segretissima, la tua sorellina impicciona è riuscita a ficcare il naso in tutti i tuoi dati più preziosi? Devi assolutamente evitare che possa accadere nuovamente e, per farlo, non c’è soluzione migliore che Smith, un programma gratuito che consente di cifrare file e cartelle in una manciata di click. Ecco come funziona.

Collegati sul sito Internet ufficiale di Smith e clicca sulla voce blu Download che si trova nella parte alta della pagina per scaricare il programma sul tuo computer. A scaricamento completato apri, facendo doppio click su di esso, il file appena scaricato (Smith22.exe) e, nella finestra che si apre, clicca prima su Sì e poi su Avanti per due volte consecutive ed OK per completare la procedura d’installazione.

Per cifrare un file o una cartella con Smith, non devi far altro che avviare il programma attraverso la sua icona presente sul desktop e, nella finestra che si apre, cliccare sulla voce File (per cifrare un file) o Cartella (per cifrare una cartella) presente nel menu Cripta. Seleziona quindi il file o la cartella che intendi proteggere con una password e, se richiesto, clicca sul pulsante Continua per due o tre volte consecutive. Nella finestra che si apre, digita nei campi Password e Conferma Password la parola chiave che intendi utilizzare per cifrare gli elementi appena selezionati e clicca su OK per confermare la cifratura.

Per decifrare file e cartelle protetti con Smith, non devi far altro che avviare il programma attraverso la sua icona presente sul desktop e, nella finestra che si apre, cliccare sulla voce File (per decifrare un file) o Cartella (per decifrare una cartella) presente nel menu Decripta. Seleziona quindi il file o la cartella protetta che intendi visualizzare, digita la password e clicca su OK per rimuovere la protezione.

Come Vedere Informazioni Dettagliate del Proprio Pc

Alcune volte può essere utile conoscere i dettagli del proprio pc come tipo di scheda video usata, programmi installati, scheda madre, stampante collegata. Per vedere questi dettagli avanzati o si usa una ricerca manuale oppure si usano ottimi software gratuiti che offrono dati avanzati. Tra tutti questi software oggi ve ne voglio presentare tre.

SIW – System Information for Windows

SIW è un ottimo software gratuito, esistono anche delle versioni a pagamento che consentono di creare report, che mostra praticamente tutte le caratteristiche del pc tra cui troviamo i software installati, il sistema operativo in uso, i driver connessi, l’ hardware e la scheda video.

Inoltre è possibile aggiungere più categorie utilizzando il menù preferenze.

AusLogics System Information

AusLogics System Information è un’applicazione gratuita e molto semplice da usare grazie all’interfaccia intuitiva e semplice. Risulta essere possibile vedere dettagli al riguardo del sistema operativo in uso, informazioni generali, sui driver, sui dispositivi collegati, sull’utilizzo della memoria, sui programma installati e sulla rete.

Risulta essere possibile creare report in HTML o XML.

Sysinternals

Sysinternals è forse il software più completo e difficile da usare di tutto questo campo. Essa è composta da ben 60 strumenti che mostrano una panoramica completa del vostro sistema. Grazie a questi è possibile ispezionare qualsiasi parte del proprio pc per far si di avere una visuale iper dettagliata. In conclusione il miglior programma del settore utile specialmente agli esperti.

Come Nascondere Cartelle sul Pc

La sicurezza e la tutela dei vostri dati sono diventate molto importanti per la maggior parte di utenti che utilizza il computer. Se utilizziate un computer in ufficio, oppure in condivisione con gli altri ovviamente ci tenete a mantenere una certa riservatezza. Per soddisfare le vostre esigenze è stato creato un programma gratuito in grado di nascondere cartelle e file presenti sul pc.

Si chiama Free Hide Folder, il programma che vi aiuterà a mantenere la privacy dei vostri dati. Una volta installato il programma, ancora prima di iniziare a nascondere le cartelle vi sarà richiesto di inserire una password, sceglietene una sicura perché vi servirà per visualizzare i contenuti che andrete a nascondere nascosti.

A questo punto vi troverete all’interno del programma, anche se si tratta di un freeware ogni volta che aprirete Free Hide Folder, vi sarà richiesto di registrarlo, perché gli autori non vogliono far pagare nulla, ma accettano volentieri le offerte spontanee degli utenti. Cliccate su Skip per eliminare la finestra e utilizzare il programma senza limitazioni.

Per nascondere intere cartelle e file di qualsiasi genere vi basterà cliccare sul pulsante add, dalla finestra Sfoglia selezionate tutte le directory e cartelle che desiderate rendere invisibili e confermate con ok. Come per magia tutte le cartelle selezionate scompariranno, tutto questo in poco tempo senza nessuna difficoltà.

Volete rendere nuovamente visibili le cartelle nascoste per inserire nuovi file o per effettuare modifiche su quelli già presenti? Anche questa funzione potrà essere eseguita senza nessun problema. L’importante e che ricordiate la password inserita durante il processo di registrazione, se avete inserito quella corretta vedrete nuovamente la schermata dove potrete spuntare le cartelle invisibili, ed ecco di nuovo le vostre cartelle pronte all’uso.

Free Hide Folder è stato realizzato in lingua inglese ma la sua interfaccia semplice e intuitiva lo renderà di facile utilizzo per tutti gli utenti. Vi ricordo che il programma funziona su Windows Xp e Windows Vista, supporta fat 32 e Ntfs, le cartelle rimangono nascoste anche in modalità provvisoria di Windows. Insomma il programma perfetto per la vostra privacy e proprio questo, nessuno potrà più visualizzare le vostre cartelle personali.

Come Visualizzare Dati Exif

I dati EXIF sono delle particolari informazioni riguardanti numerose caratteristiche relative a determinati file, ecco perchè molte volte per migliorare l’organizzazione e la gestione di tutti questi dati specifici potrebbe risultare davvero molto utile inserirli in apposite tabelle, infatti in questa guida scopriremo come fare ciò grazie all’ausilio di un efficace strumento.

Exif Viewer è un programma utilizzabile in modo completamente gratuito ed esclusivamente con sistemi operativi di tipo Windows che, dotato di una semplice, pratica, intuitiva ed accattivante interfaccia utente, consente di visualizzare ed organizzare tutti i dati EXIF relativi a specifici file in apposite tabelle, migliorando così notevolmente la gestione delle informazioni e di tutte le tipologie di dati.

Per potersi servire del software di “Exif Viewer”, sarà necessario collegarsi al seguente sito. Effettuato il collegamento con la pagina indicata, procedete con lo scaricamento dell’applicazione facendo click sul pulsante di colore blu con la voce “Download” situato nella parte alta della homepage.

Successivamente, dopo aver installato ed inizializzato il software, mediante l’interfaccia utente principale di “Exif Viewer”, sarà possibile selezionare tutti i file su cui si desidera agire e, dopodichè, verrà immediatamente visualizzata un’apposita anteprima relativamente al file scelto. Inoltre, una volta selezionati i file d’interesse, nella parte destra della finestra principale dell’applicazione, potranno essere organizzati e visualizzati in apposite e pratiche tabelle tutti i dati EXIF relativi ai propri file, ottenendo così tutta una serie di informazioni estremamente dettagliate.

1 2 3 4 22