Author Archives: admin

Come Bloccare Riquadri in Excel

A volte può essere utile bloccare lo scorrimento di una riga o di una colonna. Questa operazione viene eseguita utilizzando la scheda Visualizza pulsante Blocca riquadri. Ad esempio, si supponga di voler bloccare la prima riga di una tabella di numerose righe.

Per far questo bisogna selezionare la prima riga e dall’elenco del pulsante Blocca riquadri occorre cliccare su Blocca riga superiore oppure su Blocca riquadri.

Invece se il blocco della riga è diversa dalla prima, bisogna selezionare la riga successiva a quella da bloccare e poi bisogna prendere in considerazione soltanto Blocca riquadri. Altrettanto dicasi se si desidera bloccare una colonna: bloccare una colonna diversa dalla prima significa unicamente far riferimento alla voce Blocca riquadri.

Per togliere il blocco da una riga o da una colonna dall’elenco è necessario scegliere Sblocca riquadri.

Come Azzerare Contatore in Access

Quando in una tabella di Access, tra i cui campi c’è un campo avente come tipo dato Numerazione automatica, si elimina un record, il campo contatore riparte dal numero successivo a quello che è stato eliminato.

Per esempio, si supponga di avere una semplice tabella con campi Nome – Cognome e Id. Il campo Id è il campo Numerazione automatica e chiave primaria, gli altri due campi sono campi testo. Nella Visualizzazione foglio dati della tabella, dopo aver immesso vari record, si provi a eliminare il primo record, il campo Id non ricomincia da 1 ma rimane sempre 2.

Una soluzione a tale problema potrebbe essere quella di eliminare il campo Id nella struttura della tabella, salvare, chiudere, riaprire e inserire di nuovo il campo Id assegnandogli la chiave primaria.

Visualizzando il foglio dati, la numerazione dei record procede con ordine cominciando proprio da 1.
L’esempio riportato è molto semplice ma se ci si trova di fronte a database con numerosi dati e tabelle poste in relazione tra loro se non si desidera correre rischi è conveniente sempre eseguire una copia di buck up del file.

Come Aggiungere Suoni in PowerPoint

Per arricchire le diapositive di una presentazione con un suono di sottofondo, bisogna prendere in considerazione la scheda Inserisci, sezione Clip multimediali e far clic su Audio e dall’elenco che compare selezionare Suono da file.

Dopo aver scelto il file da assegnare come suono di sfondo, si apre, al centro dello schermo, una finestra dove bisogna scegliere tra: Automaticamente o Manualmente. La scelta si rifersice al modo di come verrà avviata la riproduzione dell’audio nella presentazione.

Scegliendo Manualmente, il suono partirà soltanto facendo clic con il mouse sull’icona audio presente nella diapositiva, invece, scegliendo Automaticamente, il suono partirà all’avvio della presentazione.

Per evitare che l’icona del suono sia visibile nella slide dove è stata inserita, dopo averla selezionata, bisogna far clic nella scheda Opzioni, su Nascondi durante digitazione.

Se si desidera che il suono accompagni l’intera durata della presentazione, sempre nella scheda Opzioni, bisogna cliccare sulla freccetta della casella Riproduci segnale acustico, scegliendo dall’elenco, Riproduci tra diapositive e poi spuntare la casella Esegui ciclo continuo fino a interruzione.

Aggiungere e Spostare Testo nelle Diapositive di PowerPoint

All’interno delle diapositive è possibile aggiungere altro testo oltre al titolo e agli elenchi puntati. Il testo aggiunto, tuttavia, non sarà possibile visualizzarlo nella scheda struttura.

Per aggiungere testo supplementare è necessario utilizzare una casella di testo facendo ricorso alle schede Home, gruppo Disegno e/o Inserisci, gruppo Illustrazioni.
Il pulsante che permette di creare una casella di testo è il primo dell’elenco. Dopo aver fatto clic su questo pulsante il puntatore del mouse cambierà aspetto, in quel momento sarà sufficiente cliccare una sola volta nella diapositiva nel punto in cui si desidera inserire il testo e iniziare a digitare.

Sia nel caso della casella di testo sia nel caso del titolo che dell’elenco puntato il testo è presente in aree tratteggiate o delimitate da un bordo, area o bordo che viene visualizzato quando si fa clic sul testo stesso.
In questo caso, il testo diviene un oggetto e per poterlo modificare è necessario selezionarlo clic-cando sul bordo oppure, molto più semplicemente, cliccando su ciò che è stato digitato.
Quando si seleziona il testo, anche con un semplice clic, l’area tratteggiata o dal bordo uniforme presenta dei pallini bianchi, dette maniglie di ridimensionamento, che permettono di sistemare e dimensionare l’oggetto. Quindi, le maniglie di ridimensionamento non hanno la funzione di aumentare o diminuire le dimensioni del testo.

Il pallino verde, invece, consente di ruotare l’oggetto testo.
Per spostare gli oggetti testo in una diapositiva si può:
– effettuare un taglia e incolla;

– trascinare con il mouse. Il trascinamento avviene facendo dapprima clic sul testo e poi posizionando il mouse sul bordo. Tenendo premuto il tasto sinistro del mouse sarà possibile sostare l’oggetto testo dovunque si desideri nella diapositiva.

Quando si inserisce una casella di testo è possibile anche stabilire lo spazio che essa dovrà occupare per la digitazione. Ad esempio, se dopo aver selezionato il pulsante Casella di testofaccio subito clic in un punto qualsiasi della diapositiva e inizio a digitare, il testo che andrò a digitare può continuare all’infinito non andando mai a capo.
Invece, se dopo aver premuto il pulsante Casella di testo traccio un rettangolo o meglio un’area dove desidero che il testo sia inserito, quando digito il testo andrà a capo automaticamente.

Naturalmente, nel caso di testo che prosegue all’infinito la sua lunghezza potrà essere ridotta utilizzando le classiche maniglie di ridimensionamento.
Il testo aggiuntivo può avere non soltanto una disposizione orizzontale, infatti, prendendo in considerazione il pulsante Orientamento testo nella scheda Home, gruppo Paragrafo, sarà possibile:
– ruotare tutto il testo di 90 gradi
– ruotare tutto il testo di 270 gradi
– metterlo in pila (In pila), cioè il testo sarà disposto in verticale.

Molto interessante.

Come Affiancare Finestre in Access

Anche in Access così come in altri programmi è possibile visualizzare più finestre relative a tabelle, query, maschere, report e affiancarle.

Risulta essere sufficiente prendere in considerazione il pulsante Cambia finestre del gruppo Finestra della scheda Home. Dall’elenco si potrà scegliere di:
– affiancare le finestre verticalmente;
– sovrapporle;
– affiancare le finestre orizzontalmente.

Per poter portare in primo piano una finestra tra quelle aperte sarà necessario scegliere dallo stesso elenco la voce che interessa oppure si può scegliere Altre finestre.

Se poi le finestre aperte sono state ridotte ad icona e posizionate in maniera sparsa all’interno della finestra del programma sarà possibile ordinarle allineandole in basso a sinistra, scegliendo, sempre dal menu che si ottiene cliccando sul pulsante Cambia finestre, la voce Disponi icone.

1 2 3 4 18