Category Archives: Guide

Come Funziona Pinterest e Come Utilizzarlo Online

Pinterest è sempre più utilizzato

Non dovete immaginare una sorta di clone di Facebook, ma un social con tanta personalità e con funzionalità differenti, che abbraccia forse una nicchia di persone; può essere infatti considerato come una sorta di Flickr, ma un tantino più social. Potrete ordinare la visualizzazione e condivisione di immagini e video (che sono il perno intorno a cui ruota Pinterest) in schede, denominate BOARDS, dunque avrete sempre a vostra disposizione tanti contenuti inerenti ai vostri interessi.

Ovvio che il primo passo sarà quello di completare il proprio profilo, arricchendolo  di un avatar “decente”, magari con la vostra immagine reale, aggiungete anche qualcosa su di voi nella sezione “About” e scegliete un username abbastanza immediato, dato che il link del vostro profilo sarà qualcosa come http://pinterest.com/nomeutente

Ogni volta che “Pinni” un contenuto (ovvero che lo condividi), viene messo in mostra il nome dell’album (o meglio bacheca) in cui è stato pubblicato, dunque cerca un nome accattivante e che lo rappresenti a pieno.

Risulta essere giunto il momento di condividere immagini e video, ma ricorda di non esagerare. Cerca inoltre di descrivere brevemente ciò che pubblichi, in maniera tale da arricchire maggiormente i tuoi contenuti.

Il Repin non è altro che l’equivalente del “Condividi” di Facebook, anzi diciamo che è leggermente differente, infatti oltre che a rendere pubblico tra i propri seguaci l’elemento, verrà aggiunto alle nostre bacheche (o album) e precisamente in quella relativa al nostro interesse, ma vediamo capiamolo meglio con un esempio. Supponiamo che Tizio condivida una fotografia artistica nella quale compare la nostra cantante preferita e che figuri nel proprio album “Foto artistiche”; noi potremmo fare un repin e pubblicare tale immagine nella nostra bacheca denominata “Persone che ammiro”.

Il vantaggio di Pinterest è proprio questo, si riescono a creare degli album personali sui propri interessi semplicemente Pinnando i contenuti della homepage, questo è il fulcro di questo social network e rappresenta sicuramente una grande risorsa per differenti categorie di persone e perchè no anche di professionisti, basti pensare come può essere visto ad esempio dagli occhi di un designer o di un fotografo, un vero e proprio contenitore di materiale utilissimo.

Su Like e Comment c’è ben poco da aggiungere, funzionano esattamente come quelli su Facebook che suppongo avrete già utilizzato molto.

Facebook Lento – Cosa Fare

Facebook ultimamente è veramente lento e impiega tanto tempo a caricare, probabilmente anche le grandi strutture e server che reggono in piedi l’intero sistema, ogni tanto soffrono sotto il peso dei numerosi utenti connessi contemporaneamente e le pagine stentano a caricare.Tutto ciò potrebbe essere superato se avessimo una connessione ancora più veloce, dunque in questa mini guida vedremo proprio come fare.

Qualche anno fa Google ha deciso di sviluppare il proprio public DNS, per rendere l’esperienza di utilizzo del web ancora migliore e più fluida, procediamo quindi step by step, cercando di dare delle indicazioni abbastanza chiare per qualsiasi versione di Windows.

Per prima cosa potete andare sul menù START e cercare IMPOSTAZIONI, oppure il PANNELLO DI CONTROLLO e da qui accedere alle CONNESSIONI DI RETE.

Una volta che avrete trovato la vostra connessione tra quelle indicate, cliccateci sopra col tasto destro del mouse e andate alla voce PROPRIETA’, da qui poi vi troverete una finestra con una lista di voci, selezionate quella in cui si parla di “protocollo internet versione 4″, cliccate successivamente su PROPRIETA’.

Ora spuntate la voce “Utilizza i seguenti indirizzi server DNS”, in basso troverete la voce PREFERITO, qui dovete inserire il seguente indirizzo IP:8.8.8.8, mentre nella voce ALTERNATIVO dovete inserire 8.8.4.4

A questo punto cliccate su OK e uscite da tutti questi menù. Tempo qualche minuto e la vostra connessione dovrebbe andare molto più fluida, noterete i benefici su Facebook e potrete smettere di strapparvi i cappelli per la lentezza che ultimamente lo contraddistingue.

Come Disdire Homepack – Guida

In un articolo precedente abbiamo spiegato come disdire Sky, oggi invece spieghiamo come fare la disdetta Homepack.

Homepack è un’offerta di Sky e Fastweb tramite i quali è possibile ottenere i servizi delle due aziende.
Questo significa che è possibile avere i servizi televisivi di Sky e quelli di connessione di rete di Fastweb.
Si tratta quindi di una soluzione vantaggiosa per chi è interessato a queste offerte.

Nel caso in cui il contratto sia stato sottoscritto a distanza da meno di quattordici giorni, è possibile disdire Homepack senza costi.
La legge prevede infatti il diritto di recesso in queste situazioni.
Se i quattordici giorni sono passati, è comunque possibile disdire Homepack, anche se sono previsti costi per l’operazione.

La disdetta deve essere inviata a Fastweb e Sky separatamente, tramite raccomandata.
Per scrivere il documento è possibile utilizzare i moduli presenti in questa pagina sul sito Disdette.net.
La disdetta Fastweb deve essere inviata all’indirizzo FASTWEB S.p.A – Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI) mentre la disdetta Sky deve essere inviata all’indirizzo SKY CASELLA POSTALE 13057 – 20141 Milano.

Per quanto riguarda Fastweb, se si effettua la disdetta prima di ventiquattro mesi, il costo dell’operazione è 88 euro, se il contratto non prevedeva il costo di attivazione della linea, e 118 euro, se il contratto prevedeva il costo di attivazione della linea.
Per quanto riguarda Sky, se si effettua la disdetta prima di ventiquattro mesi, il costo dell’operazione è 12 euro.

Risulta essere importante ricordare che tutti i dispositivi in comodato devono essere restituiti a Fastweb e Sky per evitare di pagare ulteriori costi.

Convertire Unità di Misura con Calcolatrice di Windows

Se stai cercando un modo semplice per convertire aree, volumi, temperature e molte altre unità di misura, con la calcolatrice presente in Windows 7, tutto questo è possibile.

A prima vista la calcolatrice di Windows 7 non sembra aver implementato nuove funzionalità ma solo una nuova veste grafica, di seguito due immagini delle calcolatrici rispettivamente Windows Vista e Windows 7.

Ma per sfatare subito questa prima impressione andiamo ad analizzare la possibilità di conversione che offre la nuova calcolatrice.
Apriamo la calcolatrice e clicchiamo su “Visualizza”, dal menu selezioniamo ”conversione unità” (CTRL + U);

A questo punto la calcolatrice si amplia visualizzando le opzioni aggiuntive.

Il pannello di conversione visualizza tre menu a tendina, dal primo selezioniamo il tipo di unità desiderata.

Nel nostro esempio selezioniamo Velocità e nei successivi due menu abbiamo selezionato Centimetri e Piedi; in questo modo inserendo una certa lunghezza in centimetri avremo il corrispettivo in piedi.

Ora inseriamo nel campo “Immettere un valore” la nostra quantità in centimetri, vedremo generare il risultato in “Piedi” sulla cella sottostante.

La calcolatrice contiene molte unità di misura e anche le esigenze più particolari potranno essere soddisfatte

WiFi non Prende – Cosa Fare

In questa guida spieghiamo cosa fare quando il WiFi non prende, un problema piuttosto comune.

Oggi quasi tutti i router sono WiFi, questo significa che è possibile collegare computer e altri dispositivi senza utilizare fili.
Il router WiFi genera infatti una rete wireless a cui è possibile connettersi per accedere a Internet.

Il problema è che non sempre la rete generata dal router WiFi è abbastanza potente per coprire tutte le stanze di un’abitazione.
La conseguenza è che è possibile trovarsi con alcune stanze in cui il WiFi non prende.

Vediamo cosa fare in una situazione di questo tipo.

La prima cosa da fare è controllare il posizionamento del router WiFi.
Il router dovrebbe infatti essere messo nel centro dell’abitazione visto che le onde si propagano in tutte le direzioni.
Risulta essere quindi sbagliato posizionare il dispositivo in un angolo.

Relativamente al posizionamento, è anche importante verificare che non vi siano ostacoli tra il router e i dispositivi da collegare.
In particolare, il router non deve trovarsi vicino a pareti molto spesse o a oggetti di grandi dimensioni.

Da considerare sono poi le interferenze.
I router WiFi utilizzano la bada del 2,4 GHz per trasmettere i dati.
La stessa banda è utilizzata però anche da altri dispositivi, come i telefoni cordless.
Se il router si trova vicino a un dispositivo di questo tipo, possono quindi verificarsi interferenze.

Se questi consigli non bastano, è possibile pensare a un ripetitore WiFi.
Si tratta di dispositivi che ricevono il segnale del router WiFi e lo replicano, permettendo quindi di aumentare la copertura.
Sul mercato esistono modelli di vario tipo e quindi per fare la scelta giusta consigliamo di leggere questa guida pubblicata su Ripetitorewifi.net.
Quello che è importante sapere è che il ripetitore deve supportare gli stessi standard del router, anche se non è della stessa marca.

Tramite le indicazioni messe a disposizione in questa guida è possibile risolvere i problemi della propria rete WiFi e migliorare la copertura.

1 2 3 4 5 6 7